Risotto al salmone fumé con Fiordifrutta Rigoni alla mora di rovo

Un risotto con la marmellata? E chi ci aveva mai pensato?
Non io, prima di sapere del Contest organizzato da Fiordifrutta Rigoni di Asiago
Ma dopo il risotto con le pere, o quello con fragole, non era così stravagante provarci.
D’altraparte Fiordifrutta non è una marmellata e ha il sapore della vera frutta, poichè è preparata a bassa temperatura e dolcificata con succo di mele selvatiche, senza l’aggiunta di altro zucchero.
Ho scelto la Fiordifrutta alle more di rovo: il suo gusto è sorprendente all’assaggio. Sa di mora, punto. Abbinarla ad un piatto salato è stata la cosa più naturale del mondo, ma niente formaggi per carità. Solo filetto di salmone affumicato, fatto riscaldare nel risotto stesso, uno volta che aveva raggiunto la giusta cottura, senza che seccasse in cottura prolungata, e una punta di senape che desse equilibrio fra il dolce e il sapido.
Anche il modo di accostare i sapori è stato azzeccato, ogni boccone è diverso dall’altro a seconda del risotto che si raccoglie con la forchetta, più esterno o più interno e vicino al cuore di Fiordifrutta, con una punto o meno di senape…
Ne è venuta fuori una ricetta elegante e gustosissima che ci ha fatto ripulire il piatto fino all’ultimo chicco!! 

La ricetta: Risotto al salmone fumé con Fiordifrutta alla mora di rovo
 (per 2 persone)
150 g di salmone affumicato a fettine
1 cipolla piccola
500 ml di brodo vegetale
mezzo bicchiere di vino bianco (abbondante)
8 cucchiai di riso carnaroli
1 cucchiaino colmo di senape (più quella per decorare il piatto)
4 cucchiaini di Fiordifrutta Rigoni di more di rovo (più quella per decorare il piatto)
una noce di burro
olio
sale
pepe

Ho messo a preparare circa 500 ml di brodo vegetale con acqua, olio, sale, e queste verdure: patata, porro, salvia, e carota.
Ho rosolato la cipolla, tagliata a dadini finissimi, in due cucchiai d’olio evo, senza farla scurire. Quando si era asciugata ho cominciato a bagnarla di vino bianco per farla stufare dolcemente, e successivamente di goccini di acqua calda. 
Quando la cipolla è diventata trasparente ho aggiunto il riso e ho alzato il fuoco. Ho fatto tostare il riso e poi ho iniziato ad aggiungere il brodo vegetale fino a coprirlo. 
Man mano che il risotto cuoceva ho ripetuto questa operazione tre volte. 
Quando il riso era cotto ho aggiunto il salmone sminuzzato finemente e una noce di burro ed ho spento il fuoco e coperto la pentola. Ho fatto riposare per cinque minuti perchè i sapori si amalgamassero
Prima di impiattare ho aggiunto il cucchiaino di senape e ho mescolato bene.
Nello stampo quadrato ho messo uno strato di risotto, ho formato una cavità al centro e vi ho deposto un cucchiaino ben colmo di Fiordifrutta di mora di rovo, infine ho coperto con un altro strato di risotto. In cima ho colorato con qualche goccia di Fiordifrutta spalmata ed ho accompagnato da senape sul piatto.

Please follow and like us:

4 risposte a “Risotto al salmone fumé con Fiordifrutta Rigoni alla mora di rovo”

  1. "Ma niente formaggi, per carità" !!! Quando sento pronunciare queste parole mi sento irrimediabilmente chiamata in causa, non ne capisco il motivo… 😉
    Ma proprio perché questo piatto così bello e curioso non ne contiene, credo sarà inserito tra le ricette da provare! Dev'essere divino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *