biscotti, dolci, Natale, ricette originali, ricette tradizionali

Ciambelline al vino rosso con i fiori di lavanda Le ciambelline al vino della tradizione laziale, rivisitate con la lavanda

Viste e subito amate, le ciambelline al vino sono biscotti friabili della tradizione laziale, della Ciociaria in particolare, ma più o meno diffusi in tutto il centro Italia.

Nascono apposta per accompagnare il vino nelle piole, o per concludere in dolcezza un pasto, anche frugale. Tradizionalmente si accompagnavano ad un piccolo calice di vino e ad un grappolino d’uva bianca. 
C’è chi le ha sempre fatte a Pasqua e chi sotto Natale, sono in ogni caso perfette da preparare in anticipo, perchè si conservano croccanti per giorni e giorni…qualcuno dice addirittura mesi…ma questo accade solo ad impastarne quantità spropositate, perchè la loro durata “potenziale” è direttamente proporzionale alla loro bontà: una tira l’altra e spariscono in un attimo.
Le ho recentemente riviste da Ilaria, le sue con gocce di cioccolato e l’aggiunta di profumato limoncello,  e mi sono ricordata che Antonella aveva codificato la ricetta, che per tradizione viene fatta adattando di volta in volta il quantitativo di farina a quella assorbita dai liquidi. “La farina che si accoglie”, può far sorridere, ma è la regola non scritta più spesso utilizzata per tramandare alcune ricette della tradizione. Purtroppo sotto Natale, tra le corse e il fiatone, i regalini, i giri a vuoto e le ultime cose lavorative da ultimare, non si può star lì a sperimentare e quindi ho scelto la sua ricetta veloce e garantita: le dosi sono perfette!
Ma prometto che la prossima volta proverò a far accogliere farina a poco a poco, ottenendo, in caso di successo, una medaglia al valor ciambellinesco!
 
Le ciambelline ciociare tradizionali sono aromatizzate con i semini d’anice. Io ho usato profumatissimi fiori di lavanda: aprire la scatola dei ciambellini anche dopo giorni di distanza vi riporta a un campo fiorito…un regalino di Natale che profuma di primavera!
 
 
La ricetta: Ciambelline al vino rosso con i fiori di lavanda (dosi di Fotogrammi di Zucchero)
500 g di farina
125 g di olio di oliva
125 g di vino rosso (per me Barbera)
190 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di Vermouth
la punta di un cucchiaino di bicarbonato
scorza di circa mezzo limone
1 cucchiaio di fiori di lavanda (commestibili)
1 pizzico di sale
 
zucchero semolato per rifinire
 
Mescolare tutti gli ingredienti secchi: farina, sale, zucchero, bicarbonato, fiori di lavanda e scorza di limone. Aggiungere i liquidi cominciando ad impastare e formare un panetto sodo. Lasciar riposare al fresco, ma non in frigo, per circa 1 ora.
Scaldare il forno a 180° e cominciare a formare le ciambelline. (Il formato è libero…io ho scritto ad Antonella per rendermi conto, e ei mi ha detto che più sono piccine, più restano croccanti). Formare dei serpentelli del diametro di 1 cm e tagliarli a pezzi di circa 12 cm. Chiudere ad anello e passare nello zucchero semolato, prima di disporre su una placca rivestita di carta da forno. Ve ne verranno circa 3 teglie, per un totale di circa 40-50 ciambelline.
Far cuocere ogni teglia per 20 o 25 minuti. Le ciambelline devono essere leggermente dorate.
Far raffreddare completamente e poi conservare in sacchetti di plastica per alimenti o in scatole di latta.