lievitati, pane&co

Panini ai pomodori secchi Soffici panini aromatizzati ai pomodori secchi

I veri amanti del pane dovrebbero sempre avere a disposizione il pane giusto per ogni occasione. Ad esempio, per accompagnare una caprese a regola d’arte, con una succosa mozzarella di bufala che fa colare il suo latte, accanto a pomodorini dolci e piccantissimi, della qualità costoluto di Pachino, il pane giusto per raccogliere il sughetto è fondamentale.

Ecco, quindi che ho deciso di impastare dei nodini con l’acqua di governo della mozzarella, olio extravergine di oliva e filetti di pomodoro secco.
Per questa ricetta ho usato la farina Petra 1 di Molino Quaglia, prodotta esclusivamente da grano italiano macinato a pietra, che dà risultati ottimi sulle lievitazioni medie e lunghe.

Ho ottenuto dei panini sofficissimi, dalla mollica morbida che assorbe perfettamente il latte rilasciato dalla mozzarella e il condimento gustoso dei pomodorini. Il pomodoro secco da un tocco di colore e di dolcezza al panino. Assolutamente da provare… anche con un’aggiunta leggera di pesto a rendere più sapido il tutto.

La ricetta: Panini ai pomodori secchi (da servire con caprese di bufala)

250 g di farina Molino Quaglia Petra 1
150 g di acqua di governo della mozzarella di bufala
2 g di lievito di birra fresco
4 g di sale
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
6 filetti di pomodoro secco (tagliati a listarelle)

Sciogliere il lievito di birra nel liquido di governo.
Mettere la farina in una ciotola e iniziare ad impastare, prima con una forchetta, poi con la punta delle dita. Far riposare 5 minuti e poi impastare ancora, aggiungendo l’olio e infine il sale. Mettere a lievitare in una ciotola pulita, coperta, al tiepido. Raggiunto il raddoppio lavorare per un po’, per dare forza all’impasto, ripiegando l’impasto stesso più volte su se stesso. Lasciare riposare per dieci minuti, finché l’impasto non si rilassa.

Riprenderlo e stenderlo, disponendo su di esso i pomodori a listarelle; arrotolarlo su se stesso e tagliarne 8 porzioni uguali.
Lavorare ogni porzione e ricavarne un serpentello da chiudere poi a forma di nodo.
Disporre i panini su una placca da forno, distanziati, spennellare con un filo d’olio extravergine, coprire di pellicola e attendere il raddoppio.

Scaldare il forno a 200°C e, quando è ben caldo, infornare per 20 minuti circa. Lasciar raffreddare su una gratella.

articolo in collaborazione con Molino Quaglia

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva