dolci, salse&conserve

Ciliegie al vino rosso Una conserva facilissima e dalla golosità irresistibile

Un modo semplicissimo per conservare le ciliegie e consumarle tutto l’anno: le ciliegie al vino rosso.

Tempo di conserve? Anche se ormai è un po’ tardi per le ciliegie, si trovano ancora degli splendidi duroni adattissimi per questa preparazione perché mantegono perfettamente la cottura.

Le ciliegie al vino rosso sono facilissime da preparare e davvero veloci: non occorre snocciolare i frutti, perché il nocciolo conferisce gusto. Come vino ho scelto una semplice Barbera, ma se volete un risultato più ricercato potete usare un vino più barricato con sentori di vaniglia.

Una volta preparate, le potete aggiungere alla macedonia o al gelato… oppure usarle per impreziosire qualche dolce come ho fatto io e vi svelerò al più presto…

Se vi avanza dello sciroppo dopo il confezionamento nei vasetti, conservatelo in frigo: è delizioso per metterci a bagno le pesche a pezzi (soprattutto quando non sono troppo saporite ;)) qualche ora prima di consumarle.

Ciliegie al vino rosso

ciliegie: 750 g
vino rosso: 600 ml
zucchero: 180 g
miele millefiori: 120 g
cannella in polvere: 1 cucchiaio
pepe nero: una decina di grani interi
il succo di 1/2 limone

Lavate le ciliegie e liberatele dai piccioli.
In una pentola capiente mettete il vino con zucchero, miele e spezie e portate a ebollizione. Già così evaporerà parte dell’alcool.
Poi versateci le ciliegie e lasciatele cuocere per 15 minuti.
Spegnete e aggiungete il succo di limone, mescolando bene.

Dividete le ciliegie al vino rosso nei vasetti puliti e perfettamente asciutti. Chiudete e capovolgete e poi fate bollire i vasetti, avvolti in un panno perché non sbattano, in acqua bollente.