dolci, in cucina, lievitati-dolci

Focaccia dolce ai fichi, la colazione di settembre Un impasto semplice e super soffice decorato con golosissimi fichi neri

Settembre fa rima con fichi, più o meno, per questo ho deciso di preparare una focaccia dolce ai fichi che fosse davvero soffice e aromatica.

L’anno scorso ho proposto la focaccia salata farcita di fichi e prosciutto, una deliziosa accoppiata alla quale non so resistere. Questa volta invece ero desiderosa di una focaccia super soffice e dolce adatta alla colazione e ho studiato diverse ricette per un risultato davvero all’altezza.

Infine ho preparato un impasto che si avvicina tantissimo a quello della focaccia di Susa di Valentina, aggiustando le dosi e cambiando gli aromi.

In particolare ho scelto di abbinare l’anice ai fichi per l’effetto sensazionale che i due gusti producono se accostati: un sapore e un profumo che somiglia molto a quello della liquirizia. Per di più l’anice si sposa anche a meraviglia con quel poco di olio d’oliva extravergine che viene spennellato sulla superficie della focaccia, quindi è a dir poco perfetta!

La mia focaccia dolce ai fichi è stesa in una teglia tonda da 35 cm di diametro: ben avvolta in pellicola si è conservata soffice per 2 giorni. Se si secca un po’, prima di consumarla mettetela nel forno ben caldo per due minuti al massimo: tornerà soffice.

Focaccia dolce ai fichi

latte: 160 g
miele: 1 cucchiaio
lievito di birra fresco: 9 g
farina tipo 1 macinata a pietra: 270 g
zucchero: 55 g
tuorli di uova medie: 2
sale: 4 g
semini di anice: 1 cucchiaino
rum: 1 cucchiaio scarso
burro: 50 g

per farcire: 4-5 fichi freschi maturi a seconda della dimensione, olio evo e zucchero di canna.

Nella foto la focaccia subito prima di infornare

Intiepidire il latte a temperatura ambiente, scioglierci il miele e il lievito e poi aggiungere un terzo della farina già pesata (circa 90 g); formare una pastella morbida e lasciar crescere fino al raddoppio.

Nella restante farina pesare lo zucchero e nel frattempo sgusciare le uova tenendo solo i tuorli.

Sciogliere il burro e farlo raffreddare.

Aggiungere il latte con il lievito alla restante farina, poi i tuorli, l’anice, il rum e iniziare ad impastare con una forchetta. Quando l’impasto inizia ad essere formato aggiungere il sale. Infine incorporare il burro, sempre impastando energicamente con la forchetta. L’impasto che si formerà sarà estremamente morbido. Potete lavoralo un po’ con le mani, se volete, o continuare a rigirarlo energicamente con la forchetta finché non prenderà un po’ di forza.

Riponetelo in una ciotola, coprite e fate lievitare fino al raddoppio.

Date un paio di giri di pieghe, per aiutare la focaccia a lievitare in altezza e fatela poi riposare 10 minuti. Intanto, per non ungere tutta la teglia rivestite il fondo con un cerchio di carta da forno e imburrate solo il bordo.

Deponetevi l’impasto leggermente infarinato e allargatelo con delicatezza fino a occupare tutta la teglia. Fate lievitare per mezz’ora circa.

Formate delle fossette con la punta delle dita e spennellate tutta la superficie di olio extravergine d’oliva. Poi disponete in superficie i fichi, puliti e tagliati in 6 spicchi (o 4 se sono piccolini).

Scaldate il forno a 190-200°C. Spolverate la focaccia di zucchero di canna e infornate per 20 minuti o poco più.