dolci, in cucina, torte

Galette ai fichi, noci e miele Una delizia dolce e rustica per l'arrivederci all'estate

Oggi vi presento una galette ai fichi e noci con qualche goccia di miele, un abbinamento classico, molto dolce e aromatico, che bilancia perfettamente l’impasto rustico del guscio.Fare una galette ai fichi era un sogno di fine estate, anche se di solito i fichi me li mangio uno dopo l’altro così al naturale.
Ho notato che, come con le ciliegie, altro frutto che compro e sparisce in un momento, mi fa piacere fermarlo in un dolce e in una foto da poter ripescare quando “non è più stagione”.

La base e il ripieno

La base di questa galette ai fichi è un ibrido tra frolla e brisé: non ha le uova, ma una consistenza molto rustica per assomigliare a una pasta brisé, grazie anche allo zucchero di canna. Ho usato farina di grano tenero e poco farro, aggiungendo sulla base stesa un cucchiaio di fiocchi d’avena per assorbire i succhi della frutta. Il dolce è naturalmente più consistente, ma golosissimo.

Per il ripieno mi faceva piacere conservare la rusticità: ho scelto di spalmare poca confettura di fichi sul fondo, in modo irregolare e poi spargere una cucchiaiata di fiocchi di avena che andassero ad assorbire i liquidi prodotti dalla frutta in cottura. Le noci spezzettate bilanciano perfettamente la dolcezza dei fichi, mentre qualche goccia di miele regala una punta in più a fine cottura.

L’ideale sarebbe accompagnare questa galette ai fichi con una cucchiaiata di densissimo yogurt greco.

Galette ai fichi, noci e miele

per il guscio:
farina di grano tenero, 200 g
farina di farro, 60 g
burro, 80 g
zucchero di canna, 100 g
acqua: 35 g circa (da aggiungere gradualmente a cucchiai)

per il ripieno:
fichi maturi, 8 o 10, a seconda della grandezza
noci, un pugno già sgusciate
miele di castagno, 1 cucchiaio
fiocchi di avena, 1 cucchiaio
confettura di fichi, 2 cucchiai

Scaldare il forno a 180°C.

Impastare gli ingredienti del guscio, formando prima una sabbia umida con farine, zucchero e burro. Poi aggiungere l’acqua gradualmente (io uso un mixer per questo tipo di impasto e quindi è facile tenere d’occhio il livello di umidità). Alla fine deve essere lavorabile, stendibile, ma non troppo umido.

Formare una palla e schiacciarla su un foglio di carta da forno, poi stenderla con il mattarello dell’altezza di 3mm.

Stemperare la confettura con un paio di cucchiaini d’acqua, poi stenderla sulla base.
Pulire i fichi e tagliarli in 4 spicchi e disporli sulla base, completando con i gherigli di noce spezzettati a mano.
Infornare per 25 minuti o fino a doratura.

Aggiungere qualche goccia di miele, in superficie, al momento di servire.