Tag

mele

dolci, torte

Torta di mele irlandese Un "pane" di mele alto e goloso, perfetto per la colazione

È sempre l’ora per una torta di mele speciale: ho trovato questa ricetta come irlandese, ma ho scoperto che è detta anche apple bread, ossia pane di mele per la sua consistenza rustica.
Read more

Torta di mele irlandese Un "pane" di mele alto e goloso, perfetto per la colazione" class="facebook-share"> Torta di mele irlandese Un "pane" di mele alto e goloso, perfetto per la colazione" class="twitter-share"> Torta di mele irlandese Un "pane" di mele alto e goloso, perfetto per la colazione" class="googleplus-share"> Torta di mele irlandese Un "pane" di mele alto e goloso, perfetto per la colazione" data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2018/01/torta-di-mele-irlandese_4_rid.jpg" class="pinterest-share">
dolci, ricette tradizionali, Torino&Dintorni, torte

Torta di mele: la glara di mele La torta di mele tradizionale della Val Pellice: semplice, profumata e di riciclo

glara di mele_torta di mele_3_evidenza

Oggi vi presento una versione particolare della torta più amata. 
La torta di mele, perfetta in ogni occasione, in questa versione originaria delle valli Valdesi del Piemonte prende il nome di glara di mele. Read more

Torta di mele: la glara di mele La torta di mele tradizionale della Val Pellice: semplice, profumata e di riciclo" class="facebook-share"> Torta di mele: la glara di mele La torta di mele tradizionale della Val Pellice: semplice, profumata e di riciclo" class="twitter-share"> Torta di mele: la glara di mele La torta di mele tradizionale della Val Pellice: semplice, profumata e di riciclo" class="googleplus-share"> Torta di mele: la glara di mele La torta di mele tradizionale della Val Pellice: semplice, profumata e di riciclo" data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2017/10/glara-di-mele_3_evidenza.jpg" class="pinterest-share">
dolci, torte

Plumcake alle mele e sciroppo d’acero Un plumcake semplicissimo ma dal gusto raffinato, grazie allo sciroppo d'acero

Di nuovo un mese di scambiamoci una ricetta con Bloggalline.

Questa volta il blog a me abbinato è quelllo di Laura Anzelini, Cupcake Club, ricchissimo di gustosi dolcetti, molti dei quali senza lattosio.

La mia scelta è caduta sulla semplicità di un plumcake da colazione, ma dolcificato con zucchero di canna e sciroppo d’acero, con tante mele grattugiate all’interno e senza lattosio.

plumcake_mele_3

Read more

Plumcake alle mele e sciroppo d’acero Un plumcake semplicissimo ma dal gusto raffinato, grazie allo sciroppo d'acero" class="facebook-share"> Plumcake alle mele e sciroppo d’acero Un plumcake semplicissimo ma dal gusto raffinato, grazie allo sciroppo d'acero" class="twitter-share"> Plumcake alle mele e sciroppo d’acero Un plumcake semplicissimo ma dal gusto raffinato, grazie allo sciroppo d'acero" class="googleplus-share"> Plumcake alle mele e sciroppo d’acero Un plumcake semplicissimo ma dal gusto raffinato, grazie allo sciroppo d'acero" data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2016/05/plumcake_mele_2.jpg" class="pinterest-share">
buffet salato, ricette tradizionali, storia

Shropshire fidget pie, torta con patate, mele e bacon

fidget pie_slideshow_mini

Questa volta mi sono ritagliata un pochino di tempo per scegliere una ricetta davvero speciale da replicare qui. Merito del nostro contest Sedici, ho scoperto questa ricetta inglese tradizionale, che abbina il bacon alle mele.

Si tratta della Shropshire fidget pie, una classica torta coperta, con un ripieno che mi ha fatto venire l’acquolina in bocca solo a leggerne gli ingredienti. All’interno di una classica brisé si trovano infatti patate, mele, cipolle e bacon, insaporiti con salvia, pepe e noce moscata e il tocco particolare del sidro di mele.

Come tutte le ricette tradizionali ne esistono infinite varianti: c’è chi sostituisce il bacon con il prosciutto affumicato, chi cuoce in acqua tutti gli ingredienti prima di inserirli nel ripieno e chi invece li passa in padella (con burro of course!), chi la bagna con il sidro o chi, più tradizionalista inumidisce il ripieno solo con acqua, chi cambia gli aromi, ma il risultato infine è quello: una torta alta, profumatissima, da fare subito, prima che arrivi il caldo!

fidget pie_3_rid Read more

biscotti, dolci, foodblogging

Sedici: l’alchimia dei sapori – il contest – ep.12 Speziati

madeleines mele_slideshow_mini

Nuovo mese, nuova corsa.

I Tostati hanno riscosso il successo che ci aspettavamo e i nostri voti, ignari gli uni degli altri, hanno espresso l’unanime verdetto di premiare gli abbinamenti stravaganti.

Vincono questa puntata Elisabetta Cuturello con e Annalaura Levantesi

vincitori tostati

Passiamo ora alla prossima famiglia (si gioca da oggi fino al 13 aprile), un po’ meno facile, a mio parere, soprattutto con alcuni abbinamenti. Si tratta degli Speziati, gli aromi che danno gusto in cucina.

logo speziatiA sorpresa, accanto a cannella, chiodi di garofano e noce moscata, troviamo basilico e pastinaca (dalle note erbacee e speziate insieme). Altre considerate da noi spezie in cucina, appartengono ad altre famiglie… avevamo da esempio trovato zenzero e cardamomo negli Agrumati, ricordate?

Per questa famiglia io ho scelto di approcciarmi ai chiodi di garofano, che non sono semplicissimi, né apprezzati da tutti.

Hanno un carattere un po’ guascone, diretto, forte, dalla testa calda. Il loro nome deriva dalla forma e non c’entrano nulla con il fiore del garofano, del quale però ricordano vagamente il profumo, anche se molto più enfatizzato ed estremo.

Read more

contest, dolci, ricette originali, torte

Torta soffice di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0 Un impasto incredibilmente soffice con tutto il gusto di nocciole e mele!

Re-cake è re-iniziato e stavolta siamo alla versione 2.0.
Sei foodbloggers intraprendenti lo guideranno: Sara, Giulia, Silvia, Claudia, Ileana e Carla per la versione gluten free! Ci saranno torte dolci e salate, ma io spero che saranno molte di più le torte rustiche come questa: Read more

Torta soffice di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0 Un impasto incredibilmente soffice con tutto il gusto di nocciole e mele!" class="facebook-share"> Torta soffice di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0 Un impasto incredibilmente soffice con tutto il gusto di nocciole e mele!" class="twitter-share"> Torta soffice di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0 Un impasto incredibilmente soffice con tutto il gusto di nocciole e mele!" class="googleplus-share"> Torta soffice di mele, nocciole e avena per Re-Cake 2.0 Un impasto incredibilmente soffice con tutto il gusto di nocciole e mele!" data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2015/02/torta-mele-nocciole-avena_2.jpg" class="pinterest-share">
Senza categoria

Insalata Waldorf

Oscar Tschirky, nato nel 1866 a La-Chaux-de-Fonds in Svizzera, poi trasferitosi negli Stati Uniti, divenne il maître del ristorante Delmonico’s e, a partire dal 1893, anche dell’Hotel Waldorf-Astoria. 
 
Il Waldorf-Astoria di cui parliamo è quello che era situato nella Fifht Avenue, mentre l’attuale Waldorf=Astoria si trova oggi al numero 301 di Park Avenue ed è datato 1931.
Oscar Tschirky divenne in breve tempo un vero e proprio simbolo dell’albergo e venne soprannominato Oscar the Waldorf. Amato dai propri clienti era in grado di accontentare tutti con la propria professionalità e, anche se non era un cuoco a tutti gli effetti, si occupò fin da subito della redazione dei menù.
Si racconta che una volta un broker newyorchese di Wall Street, un tale Lemuel Benedict, si era trovato a vagare completamente ubriaco nei pressi del Waldorf. Con la speranza di debellare la sbornia mattutina prima di recarsi a lavoro ordinò un toast con uova, bacon e salsa olandese. Una colazione non propriamente leggerina!!
Ad ogni modo Oscar The Waldorf, restò colpito da quella richiesta e, dopo aver accontentato il cliente, pensò a come inserire questo curioso abbinamento nel menù. Sostituì il toast con un mezzo muffin inglese, sopra vi depose il bacon, un uovo in camicia e la salsa e lo chiamò Eggs Benedict.

A Oscar The Waldorf si deve anche l’invenzione dell’insalata Waldorf, forse l’insalata più famosa al mondo, una vera intuizione in fatto di abbinamenti di sapori, dove gli ingredienti principali sono mele, sedano rapa e maionese.
Nel 1893 la Waldorf Salad venne servita ad un ricevimento privato nell’albergo e nel 1896 apparve nel “The Cook Book by Oscar The Waldorf”. Nel “Rector Cook Book” del 1928 viene ufficialmente inserita la versione con le noci, che entrano così tra gli ingredienti canonici.
E questa insalata è davvero buona, tanto da essere citata da Cole Porter in una canzone, You’re the Top, dove tra un «you’re the Louvre Museum» e un «you’re a Shakespeare’s sonnet» ci infila anche un «you’re the Waldorf Salad, you’re the top!»
 


Io ho sostituito il sedano rapa con il sedano a cespo, dal gusto un po’ più incisivo del primo; come mele ho usato le golden, dolci e succose. La maionese l’ho diluita con yogurt bianco e condita con sale e una spolverata di pepe nero.
Provatela, è fresca, aromatica e soddisfacente.

 La ricetta: Insalata Waldorf

(per 2 persone)

Qualche foglia di lattuga ghiaccio

2 (o più) coste di sedano, tenere, vicine al cuore

1 mela golden

4 noci

2 cucchiai di maionese

1 cucchiaio di yogurt intero

1 limone

sale

pepe



Ho lavato la lattuga ghiaccio, l’ho spezzettata e messa in una ciotola.

Ho sbucciato la mela e l’ho tagliata a fettine sottili, bagnandole con succo di limone e poi disposte sopra la lattuga.

Ho aggiunto il sedano ben lavato, privato dei fili e tagliato a rondelle.

Ho sbucciato le noci e le ho spezzettate grossolanamente sopra le mele e il sedano.

Ho
mescolato la maionese con lo yogurt, condita con ancora qualche goccia
di limone, sale e pepe e versato questa salsina sull’insalata.

Mescolare e gustare, magari con il sottofondo musicale di You’re The Top.
E qui in versione pret à porter in vetro, per Friends of Glass:


Con questa ricetta partecipo al contest Insalatiamo di Puffin del blog Puffin in Cucina.