Category

Natale

lievitati, lievitati-dolci, Natale, ricette tradizionali, storia & cultura

Lussekatter, i panini dorati di Santa Lucia I soffici panini nordici da preparare per il 13 dicembre

 Oggi pubblico una ricetta  di panini talmente buoni che non posso non dare anche a voi la possibilità di farli subito!!
Sono i panini che vengono preparati proprio oggi in Svezia, per essere gustati dopodomani, 13 dicembre, nella festività di Santa Lucia che, nel paese nordico, è il giorno che dà ufficialmente inizio ai preparativi per il Natale.

Read more

Lussekatter, i panini dorati di Santa Lucia I soffici panini nordici da preparare per il 13 dicembre" class="facebook-share"> Lussekatter, i panini dorati di Santa Lucia I soffici panini nordici da preparare per il 13 dicembre" class="twitter-share"> Lussekatter, i panini dorati di Santa Lucia I soffici panini nordici da preparare per il 13 dicembre" class="googleplus-share"> Lussekatter, i panini dorati di Santa Lucia I soffici panini nordici da preparare per il 13 dicembre" data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2013/12/lussekatter_1.jpg" class="pinterest-share">
dal mondo, dolci, Natale, ricette tradizionali, storia & cultura, torte

Galette des Rois per l’Epifania Il dolce parigino dell'Epifania per eccellenza

Oggi non poteva mancare un dolce, per di più dal momento che l’Epifania è l’unica occasione dell’anno in cui questa prelibatezza si dovrebbe gustare: la galette des Rois parisienne.

Read more

Galette des Rois per l’Epifania Il dolce parigino dell'Epifania per eccellenza " class="facebook-share"> Galette des Rois per l’Epifania Il dolce parigino dell'Epifania per eccellenza " class="twitter-share"> Galette des Rois per l’Epifania Il dolce parigino dell'Epifania per eccellenza " class="googleplus-share"> Galette des Rois per l’Epifania Il dolce parigino dell'Epifania per eccellenza " data-image="http://www.ricettedicultura.com/wp-content/uploads/2013/01/galette-des-rois_3.jpg" class="pinterest-share">
lievitati, lievitati-dolci, Natale, ricette tradizionali

# 10 – Calendario dell’Avvento – Bejgli Ungherese

 

Oggi arriva un dolce lievitato ungherese tipico del periodo natalizio.
Ancora una volta si tratta di un dolce arrotolato e il suo nome, bejgli, deriva dalla parola tedesca beugen, che significa piegare e curvare. Il ripieno è cospicuo e proposto in due varianti tradizionali: ai semi di papavero e alle noci.
In particolare quello alle noci è una confettura densa, quasi un marzapane di noci, compatto e zuccherino.
Il rotolo a volte è cotto disteso, altre volte piegato a ferro di cavallo, sempre spennellato di uovo sbattuto perché diventi bello dorato! Una volta cotto si serve tagliato a fette di un centimetro.
 
Per la ricetta dell’impasto ho seguito le indicazioni del libro Il Pane Fatto In Casa; per il ripieno alle noci ho trovato ottime indicazioni sul blog La cucina del gatto bianco, omettendo la marmellata.
Il mio bejgli ha gonfiato e quindi ha perso un po’ di compattezza nella fetta. Proverò ad arrotolarlo più stretto, magari con il ripieno di semi di papavero.
 
Il ripieno va preparato con un giorno d’anticipo perché i sapori si amalgamino bene.

La ricetta: Bejgli ungherese alle noci

ripieno:
200 g di noci tritate
180 g di zucchero semolato
8 cucchiai d’acqua
40 g di uva passa ammollata in 2 cucchiai di grappa
cannella
chiodi di garofano

impasto:
350 g di farina tipo 0
1 pizzico di sale
30 g di zucchero
10 g di lievito di birra
120 ml di latte tiepido
1 uovo sbattuto
50 g di burro fuso

Per il ripieno ho seguito le indicazioni de La cucina del gatto bianco, Ho preparato uno sciroppo con acqua e zucchero a cui ho aggiunto le noci tritate, facendo cuocere a bagnomaria per 15 minuti dal momento dell’ebollizione. All’ultimo si aggiungono l’uva sultanina che ho fatto ammorbidire in due cucchiai di grappa e le spezie. Poi si lascia riposare e raffreddare.

Ho mischiato la farina con il sale e lo zucchero.
Ho sciolto il lievito nel latte tiepido e poi l’ho aggiunto gradualmente alla farina cominciando ad impastare, nell’impastatrice.
Successivamente ho aggiunto l’uovo sbattuto e infine il burro fuso tiepido. Ho aspettato che l’imapsto incordasse. è stato necessario aggiungere 1 cucchiaio di farina perchè era troppo molle. Poi l’ho deposto in un recipiente pulito a riposare al caldo, fino al raddoppio.
 
Ho steso la pasta a forma di rettangolo. Ho spalmato su di essa il ripieno a temperatura ambiente. Ho arrotolato il bejgli formando un lungo rotolo e l’ho fatto lievitare fino al raddoppio coperto con pellicola trasparente.
 
Ho spennellato il rotolo con un tuorlo sbattuto e poi ho infornato a 190° per circa 20 minuti.

Il bejgli si serve a fette e si può conservare per un paio di settimane in una scatola di latta ben chiusa.

 

 

 

Please follow and like us:
dolci, Natale

Preparato homemade per cioccolata calda all’amaretto

Questa è una di quelle idee di cui ho letto spesso in molti altri blog. Io sono partita dalla ricetta pubblicata sul blog di Cindystar, ma in rete ne esistono altre centomila…
E’ una di quelle ricette semplicissime ma d’effetto ed è ideale da regalare, ma anche da tenere in casa come coccola personale. Io ho pensato di aromatizzarla con amaretti secchi ridotti in polvere. Al contatto con il latte l’amaretto si scioglie insieme a tutti gli altri ingredienti e dona alla cioccolata in tazza un’irresistibile profumo di mandorla.
Come pensiero natalizio l’ideale è abbinare il vasetto di preparato ad una coppia di mug da cioccolata!! 😉
 
 
 
La ricetta: Preparato homemade per cioccolata calda all’amarettoPer un barattolo:

70 g di cioccolato fondente al 70%
50 g di cacao amaro 

35 g di zucchero di canna
45 g di zucchero bianco
50 g di maizena
10 amarettini secchi sbriciolatiPer la preparazione è sufficiente tritare nel mixer tutti gli ingredienti finissimamente, avendo cura che il cioccolato non si sciolga. Io l’ho tenuto in frigo fino al momento di tritarlo e poi ho usato le lame ad intermittenza perché non si scaldassero.

Attaccato al barattolo ho messo un bigliettino con le istruzioni per preparare la cioccolata:
Per 170 ml di latte, 3 cucchiai rasi di preparato. Sciogliere il preparato in un paio di cucchiai di latte, per non formare grumi, poi aggiungere il latte restante e portare ad ebollizione, mescolando fino a raggiungere la densità desiderata.

 

Please follow and like us:

Enjoy this blog? Please spread the word :)