Tag

patate

contest, in cucina, ricette originali, secondi di carne, secondi piatti

#Polska – il contest culinario dedicato alla cucina polacca – piatto principale

spezzatino_slideshow_miniIl contest sulla cucina polacca è arrivato alla terza puntata, questa volta era in gioco un piatto principale. Ho scelto di fare un piatto di carne accompagnato da ravioli.

Se vi fa piacere votare la mia ricetta potete trovarla qui.

Anche questa volta ho deciso di provare prodotti polacchi nuovi, che ancora non avevo usato: Read more

Please follow and like us:
in cucina

Tortini di patate con prosciutto e radicchio in cocottes

Due patate bollite avanzate e due fette di prosciutto da consumare non sembra un’accoppiata molto appetitosa, ma sono gli ingredienti che ho usato per questi golosi tortini in cocottes… Evocano quasi un gattò, la tipica torta di patate “inventata” secondo la leggenda dalle monache del monastero di Santa Chiara a Napoli. In realtà l’albume in mezzo alle patate le rende molto più leggere ed evanescenti e il radicchio nascosto tra gli strati dà una punta di piacevole amarognolo.




La ricetta: Tortini di patate con prosciutto e radicchio in cocottes


purea ricavata da due patate medie lessate
1 albume
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di pangrattato
2 fette di prosciutto cotto
½ radicchio rosso
cipolla (un quarto)
1 spicchio d’aglio
olio
sale
pepe


Ho tritato finemente un pezzetto di cipolla e l’ho messo in padella, con uno spicchio dì’aglio a soffriggere leggermente in due cucchiai d’olio. Ho poi aggiunto il radicchio affettato finemente, l’ho rigirato per un minuto e poi ho sfumato con due dita di vino bianco. L’ho fatto appena ammorbidire, poi ho spento.
Nel frattempo ho ripassato il pure al passapatate perché fosse fine fine e ho regolato di sale e pepe ed ho aggiunto due cucchiai di parmigiano. Ho montato a neve l’albume con un pizzico di sale e l’ho amalgamato al puré delicatamente evitando che smontasse.
Ho unto le cocottes con un filo d’olio, ho messo sul fondo uno strato di puré, seguito dal radicchio e poi dal prosciutto cotto. Ho ricoperto il tutto con un altro strato di puré e completato con il cucchiaio di parmigiano grattugiato mischiato a un cucchiaio di pangrattato.
Ho infornato per una ventina di minuti a 180° finchè non erano appena dorati!

Please follow and like us:
in cucina

Un ricco tagliere…con le patate duchessa

Voglio proporre la foto appetitosa di un tagliere che ci siamo pappati a pranzo qualche giorno fa. 

A pranzo si è sempre di corsa, raramente accendiamo i fornelli…in più si cerca qualcosa di veramente sfizioso che riempia ma non sia troppo pesante.

Largo quindi alle insalatone e ai taglieri misti, che impazzano anche nei bar e ristoranti aperti a pranzo.
Da noi, in casa, ogni volta ci si dice: cosa mangiamo oggi? come se non ci fosse nulla in frigo… Poi pian piano il piattino si riempie e ci facciamo una bella abbuffata!!!
Qui abbiamo messo:  una grossa fetta di prosciutto crudo, degli assaggi di formaggio a fettine sottili, un pezzo di stracchino, qualche foglia di insalata, tre fettine di soppressata calabra piccante, qualche fettina di pane al papavero. Al centro ci sono le patate duchessa, avanzate dalla sera prima e riscaldate qualche minuto in forno, e ad accompagnare ancora un po’ d’insalata condita con olio e aceto balsamico.
Per il pane ai semini la ricetta è questa qui, con qualche cucchiaiata di semini aggiunta direttamente all’impasto prima della lievitazione. Ne ho fatto dei panini mignon, che cuociono perfettamente e sono anche belli da vedere.
Per quanto riguarda le patate duchessa, la ricetta è molto semplice, ma di grande effetto.
Ho lessato tre grosse patate e le ho sbucciate e schiacciate.
Ho regolato di sale e aggiunto un uovo sbattuto e un goccino di latte per amalgamare e dell’erba cipollina.
Ho messo qualche cucchiaiata del composto nella siringa da pasticciere e ho cominciato a disegnare delle nuvolette su una teglia coperta da carta forno.
Si è spezzata la bacchetta della siringa… O__O’
Ho messo qualche cucchiaiata di composto nella tasca da pasticciere e ho continuato a disegnare delle nuvolette sulla teglia coperta da carta forno.
Infine ho infornato a 180° per 15 minuti.
Potete farle più grandi o piccine…come contorno o come finger food…il successo è assicurato!!!

Please follow and like us:
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)