foodblogging, in cucina

7 mesi e 7 links – 7 links project

Su invito di Ann di BperBiscotto e Ilaria di Nonsolopiccante mi accingo anch’io a segnalarvi i miei 7 links da non perdere (essevelisietepersi andate subito a rimediare!!!)

Certo 7 mesi dalla nascita di Ricette di Cultura sono un po’ pochini per fare un bilancio, ma questa del blog è una bellissima avventura che mi sta dando tante piccole (ma per me sono grandi!) soddisfazioni!!! 😀
Ora largo ai links:
Il post più bello: Pappa col pomodoro del 19 ottobre
Tanti fattori contribuiscono, i colori, il profumo dell’ultimo basilico prima dell’autunno, la ricetta così tradizionale e casalinga e quel quadrotto di mozzarella in carrozza… E’ il più bello, per ora…
Il post più utile: I tortelli di zucca alla mantovana del 12 novembre
Il mio primo passo-passo per spiegare come riempire e chiudere i tortelli: mi sono sentita buffa a farlo, ma pare che svolga perfettamente il suo dovere.
Il post più popolare: Danubio dolce all’albicocca del 9 agosto
Non è esattamente il più visitato, anche se fra i primi, ma è il più popolare perchè un dolce così semplice e soffice non può che mettere tutti d’accordo.
Il post il cui successo mi ha stupito: Rombi al thè verde e vaniglia del 28 settembre
Pensavo che questi biscotti al thé verde li avessero fatti proprio tutti e che io fossi proprio l’ultima a sperimentarli, invece per molte mie lettrici sono stati una sorpresa e io sono stata molto felice di ciò!
Il post più sottovalutato: Il prosciutto e melone nel cestino di sfoglia del 30 giugno
Vabbè che il blog era nato da poco, ma non è bellissimo questo cestino???
Il post più controverso: I Cjarsons della Carnia del 12 luglio
Questi ravioli tradizionali sono cotti in acqua salata ma hanno un ripieno dolce e speziato. Poi si condiscono con burro fuso e cacao in polvere e cannella. Non possono piacere a tutti e sono molto particolari, ma sono sicuramente da provare!!!
Il post di cui vado più fiera: il Caldo Verde del 30 settembre
Un post che non è solo di cucina ma anche di viaggio…e un viaggio speciale in una città magica e romantica. E dopo avere assaggiato questo piatto tradizionale proprio a Lisbona sono riuscita a rifarlo quasi uguale: una bella soddisfazione!!!

Please follow and like us: