ricette tradizionali, Senza categoria

Shammali* cipriota per l’Abbecedario Culinario

Per l’Abbecedario Culinario d’Europa, fino al 6 ottobre dedicato a Cipro ed ospitato da Haalo, ho scelto di provare a cucinare un dolce tipico diffuso non solo a Cipro ma anche in Grecia e Turchia. Letta la ricetta, diffusa sul web solo in lingua inglese, ho subito amato la presenza del semolino e la semplicità degli ingredienti.  
Questo dolce, a seconda della zona viene aromatizzato con essenza di mandorle o di rose, oppure, in Grecia, con il masticha, la resina che la cucina greca utilizza in prodotti dolci e salati.
Siccome vi propongo la versione cipriota, ho scelto l’essenza di mandorle, ma credo che anche l’essenza di rosa, reperibile nelle macellerie halal, dia modo di ottenere un risultato delizioso.
Il procedimento è semplicissimo e il risultato è ottimo e molto rustico e “mediterraneo”. Assolutamente essenziale perchè il dolce si insaporisca bene, è il riposo con lo sciroppo, di almeno 5-6 ore.

*Ivy, in un commento qua sotto, mi dà altre informazioni su questo dolce:P { margin-bottom: 0.21cm; } « Shammali è il nome Greco. In Cipro è chiamato “Kalon Prama” (qualcosa
buono). Aggiungiamo anche tahini sul fondo della teglia prima di
aggiungere la miscela.

»P { margin-bottom: 0

La ricetta: Shammali (torta con semolino, yogurt e mandorle)

2 uova piccole (separati gli albumi montati a neve)
70 g di zucchero
250 g di semola
150 g di yogurt di capra intero (oppure yogurt intero)
50 g di olio di semi
2-3 gocce di essenza di mandorle
1 cucchiaino di lievito in polvere
1 manciata di mandorle sminuzzate per la guarnitura

per lo sciroppo:
100 g di zucchero
140 ml di acqua
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di cannella in polvere
 
[fonti: ricetta da http://androulaskitchen.wordpress.com/2012/01/08/shamili/]
Ho mescolato lo zucchero con l’olio; poi ho aggiunto i tuorli, amalgamando bene.
Ho versato a pioggia il semolino, sempre mescolando con un cucchiaio di legno.
Ho aggiunto lo yogurt, l’essenza di mandorla e il lievito per dolci passato al setaccio.
Ho montato a neve gli albumi e li ho aggiunti gradualmente all’impasto senza smontare.
Ho imburrato una tegia del diametro di 21 cm e vi ho versato il composto.
Ho infornato per 5 minuti, poi ho cosparso con le mandorle sminuzzate e rimesso in forno a 180° lasciando cuocere per altri 40 minuti, finchè il dolce è dorato.
Prima di sfornare, controllare la cottura al centro con uno stecchino.
Nel mentre ho preparato lo sciroppo, facendo sciogliere lo zucchero nell’acqua e poi ponendo sul fuoco ed aggiungendo il succo di limone e la cannella. Ho fatto cuocere, finchè lo sciroppo non si è inspessito, poi ho lasciato raffreddare.
Ho bucato con uno stecchino tutta la superficie della torta, ormai tiepida, e l’ho irrorata di sciroppo. 
Lasciar raffreddare completamente, così parte dello sciroppo verrà assorbita.
Poi tagliare a cubetti e servire accompagnando con yogurt non dolcificato. 

Please follow and like us: