Senza categoria

Re-cake9: Balsamic Cherry Pie with Black Pepper Crust

Ogni volta ritornare sul blog, che sia per un’effettiva pausa dai fornelli, o per un periodo particolarmente intenso in cui ho cucinato fin troppo, coincide con re-cake.
Siamo giunti alla puntata n° 9 e, come ogni volta che decido di partecipare, c’è una torta dall’aria rustica come piace a me e decisamente tradizionale.
Questa crostata è tipica del giorno dell’indipendenza negli Stati Uniti, a luglio, per noi un po’ tardi in fatto di ciliegie… Di per sé sarebbe davvero semplice se non fosse per la particolarità dell’utilizzo dell’aceto balsamico nel ripieno e del pepe nero nel guscio di brisé.
Ho seguito la ricetta passo passo, facendo pochissime variazioni nelle dosi, ma invece di fare un’unica cherry pie, ho preferito le monoporzioni (10pezzi), per avere un dolcino da mangiare a colazione.

Il ripieno è un po’ più zuccherato dell’originale, e resta comunque per niente stucchevole, ben lontano dalla dolcezza di una marmellata per intenderci. Questa accortezza nell’uso di, tutto sommato, poco zucchero, assieme al fatto che le ciliegie devono restare ben intere, fa sì che si senta proprio il sapore del frutto. L’aceto balsamico e i chiodi di garofano si fondono perfettamente con il gusto del frutto, in un’armonia di sapori assoluta e il pepe nel guscio dà una nota in più!

Qui trovate la ricetta originale:
E qui potete andare a sbirciare le re-cake del gruppo fondatore dell’iniziativa, 
mentre vi ricordo che NON occorre essere foodblogger per partecipare a questo “tortissimo” delirio collettivo!
La ricetta: Balsamic Cherry Pie with Black Pepper Crust
500 g di ciliegie sode
100 g di zucchero di canna
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di aceto balsamico
i semini di 1/3 di bacca di vaniglia
la punta di un cucchiaino di chiodi di garofano tritati
25 g di farina
1 cucchiaino di maizena
1 cucchiaio di burro
300 g di farina
112 g di burro (+ quello per imburrare)
1 cucchiaio di zucchero
qualche cucchiaio di acqua fredda
1 pizzichino di sale
la punta di un cucchiaino di pepe nero macinato
per spennellare latte (e una spolverata di zucchero per guarnire in cottura)
[**stampo per 12 muffin – Guardini Keramia
Snocciolare tutte le ciliegie con l’apposito attrezzino senza romperle. 
Metterle in un pentolino assieme a tutti gli ingredienti e portare a bollore a fuoco vivace. Poi abbassare il fuoco e lasciar cuocere, rimestando di tanto in tanto, per circa 20 minuti, senza far rompere o spappolare le ciliegie. Lasciar intiepidire.
Preparare la base, mescolando la farina con lo zucchero, il sale e il pepe nero. Aggiungere il burro  freddo di frigo a cubetti e ricavare un composto sabbioso, poi aggiungere l’acqua fredda – quanto basta per ottenere un impasto lavorabile – e formare una palla velocemente senza scaldare l’impasto. Stenderne poco più di metà e ricavarne tanti tondi da rivestire uno stampo da muffin imburrato. Riporre la teglia in frigo, e nel frattempo ricavare tante strisce di pasta su un foglio di carta forno. Riporre anche queste in frigo mentre si porta il forno a 190°C e si farciscono i fondi precedentemente preparati con il ripieno tiepido o freddo.
Coprire ogni tortina con le strisce, più o meno fitte. Io ne ho anche coperte alcune con un disco di pasta bucato in centro.
Spennellare di latte e spolverare di zucchero ed infornare fino a doratura. A me ci sono voluti 30 minuti, ma le ho lasciare piuttosto chiare. 
Lasciar raffreddare prima di gustare (è difficile, lo so!)… Sono buone anche leggermente tiepide.

Please follow and like us: