buffet salato, eventi&co, in cucina, Torino & Dintorni

Il maritozzo salato incontra il Piemonte Un goloso ripieno piemontese per il classico romano

Se avete letto del #maritozzoday19 ecco a voi la ricetta del maritozzo salato con farcitura piemontese.

Ho scelto di utilizzare un ripieno morbido ma gustoso!

Il Seirass

Alla base cremosissimo Seirass, il tipico prodotto caseario piemontese che somiglia a una ricotta, ma è molto più saporito. Come la ricotta il Seirass si produce dal siero; una volta veniva fatto di solo latte ovino, ora più frequentemente da latte bovino o misto.
La denominazione “Seirass dal Fen”, presidio SlowFood, deriva dal fatto che le “ricottine” di Seirass venivano conservate nel fieno a perdere l’acqua in eccesso e in questo caso è presente anche latte di capra.

Le acciughe al verde

Sopra un classico piemontese che più piemontese non si può: le acciughe in salsa verde.

Io ho preparato la salsa con prezzemolo, aglio, acciughe dissalate, olio extravergine d’oliva, mezza fetta di pane bagnata nell’aceto e strizzata e infine un tuorlo di uovo sodo. quest’ultimo si può omettere ma conferisce cremosità alla salsa.

Le acciughe (quelle sottosale che devono essere ben dissalate per togliere tutta la sapidità in eccesso oppure, per velocizzare quelle sott’olio) vanno messe dentro la salsa e lasciate insaporire per una giornata in frigo.

Ma il bello è che si può preparare in anticipo, è quindi la ricetta perfetta per le Feste o le ricorrenze speciali.

Il maritozzo salato

L’impasto contiene anche un po’ di zucchero e buccia d’arancia che conferisce il caratteristico profumo. Ho impastato la sera prima e conservato l’impasto in frigo. Anche i maritozzi, come la salsa, possono essere preparati in anticipo… In questo caso meglio surgelarli e scongelarli quando servono. Poco prima di farcirlo un passaggio veloce in forno caldo fa riacquistare al maritozzo salato la sua fragranza.

La ricetta del maritozzo salato con ripieno piemontese

per il maritozzo (4 grandi o 8 piccoli, per antipasto ad esempio):
farina tipo 1, 200 g
lievito di birra fresco, 3 g
zucchero, 35 g
acqua, 80 g
sale, 4 g
uovo sbattuto, 25 g
olio extra d’oliva, 20 g
buccia di un’arancia bio

Preparate l’impasto, sciogliendo lo zucchero e il lievito nell’acqua, aggiungendo un po’ di farina e formando una pastella. Nella ciotola della restante farina aggiungete la buccia d’arancia e poi impastate con la pastello con il lievito e con mezzo uovo sbattuto.
Per ultimi aggiungete olio e sale.

Lavorate fino a ottenere un impasto omogeneo e non più appiccicoso.
Riponete poi in frigo per la notte.

La mattina dopo sgonfiate l’impasto e lasciatelo raddoppiare a temperatura ambiente. Poi formate 4 maritozzi grandi o 8-10 piccolini (se vi servono per un antipasto). Le estremità devono essere appuntite.

Lasciate lievitare fino al raddoppio, poi spennellate di uovo sbattuto (la metà avanzata) e infornate in forno già caldo a 180° per 15 minuti.

Quando sono freddi potete farcirli, dividendoli in due come panini o ricavando una fossetta in alto. Guarnite con un poco di salsa verde, abbondante Seirass e altra salsa verde con le acciughe che vi si trovano dentro.

Per leggere la storia del maritozzo cliccate qui.
Please follow and like us: