dolci, storia, torte

Brownies leggeri ai lamponi

Bastano un filo di vento fresco e due gocce di pioggia per riaccendere il forno… e basta ridurre il burro del 40% per dire che questi brownies sono leggeri! 🙂
La verità è che avevo tanta voglia di un dolcetto al cioccolato, facile e veloce come questo, ma non abbastanza burro in casa da poter riprodurre al grammo la ricetta di Roberta.

Ho quindi preso quasi tutto dai suoi brownies al cioccolato fondente e lamponi, sostituendo una parte del burro con dello yogurt greco, per un risultato ottimo.

Il vero brownie è un dolce americano, dal nome originale di Chocolate Brownie o Manchester Brownie o ancora Boston Brownie. Gli ingredienti fondamentali sono uova, cioccolato, burro, zucchero e farina; facoltative le noci o le nocciole, quasi sempre non è contemplato il lievito. L’uso è quello di tagliarlo in tanti piccoli quadrettini da cui il plurale brownies.

La leggenda racconta che il loro nome sia legato a quello della celebre Bertha Palmer, mecenate, filantropa, femminista ante litteram e donna d’affari, nella Chicago di fine ‘800 e inizio ‘900 e moglie del milionario Potter Palmer che, come regalo di nozze, le regala il Palmer House Hotel, distrutto da un incendio solo 13 giorni dopo e subito ricostruito, grazie allo spirito coraggioso proprio della moglie.

Bertha Palmer, foto da reelhouse.org

Bertha pare aver commissionato nel 1893, a un pasticcere di Chicago, un dolce adatto alle signore del Palmer House, che fosse simile a un piccolo pezzo di torta e fosse facilmente trasportabile in un pique nique. Nacque così il Palmer House Brownie, con le noci e coperto di confettura di albicocche.

La prima volta che venne usata la parola brownie in un cartaceo fu nel 1896; le prime ricette diffuse per un moderno brownie sono del 1904.

Altre leggende ci portano a Bangor, nel Maine, dove si dice che fu una casalinga da inventare il popolare dolcetto, in una forma più ricca e scioglievole.

Ma torniamo a noi: i miei brownies allo yogurt, appena sfornati, risultano morbidosi e soffici, ma se li tagliate a quadrotti e li riponete in frigo, prendono proprio la consistenza umida e sbriciolosa del vero brownie. Immancabili i lamponi, o altri frutti di bosco, che si sposano benissimo con il cioccolato fondente, grazie al loro acidulo pungente.

Foto fatte al volo, giusto per testimoniare che non ce li siamo ancora mangiati tutti!

La ricetta: Brownies leggeri ai lamponi
ingredienti:
2 uova bio
100 g di zucchero di canna
100 g di cioccolato fondente al 55%
1 cucchiaino colmo di cacao amaro
60 g di burro
80 g di yogurt greco
100 g di farina tipo 1, macinata a pietra
1 cucchiaino raso di lievito per dolci
1 pizzico di sale
100 g di lamponi freschi

preparazione:
Scaldare il forno a 160°C.
Sciogliere a bagnomaria il burro con il cioccolato fondente sminuzzato finemente e far intiepidire.
Sbattere le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, con una forchetta. Aggiungervi e amalgamarvi bene lo yogurt. Aggiungere il cioccolato e burro sciolti e poi il cacao e la farina setacciata con il lievito, mescolando poco e velocemente.
Versare il tutto in una teglia rettangolare di 19×21 cm, foderata di carta forno, e disporre regolarmente i lamponi, lavati e asciugati, spingendoli dolcemente nell’impasto.
Infornare in forno già caldo a 160°C per circa 25 minuti.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva